Archivi categoria: Allerta meteo

11/05/2021 – Piogge forti sull’arco alpino

Secondo i dati di ARPA Piemonte nelle ultime 24 ore sono state registrate precipitazioni generalmente forti su tutto l’arco alpino con valori anche molto forti sui settori occidentali del cuneese (101 mm a Vinadio nella Valle Stura di Demonte e 84 mm a Valdieri in Valle Gesso).

Dal pomeriggio di ieri si sono registrati i primi innalzamenti dei corsi d’acqua dei reticoli principale e secondario soprattutto nei settori sudoccidentali con incremento dei livelli idrometrici che hanno localmente raggiunto valori significativi dalla serata di ieri fino alle prime ore di oggi.

Per oggi è previsto ancora tempo perturbato con decisa attenuazione dei fenomeni dalla notte.

Scarica:

Con riferimento all’allerta per rischio idrogeologico e idraulico emessa già nella giornata di ieri (per la Provincia di Cuneo allerta gialla nella zona G) la Regione Piemonte ha disposto l’attivazione delle Organizzazioni di volontariato di protezione civile e dei gruppi locali operanti sul territorio.

10/01/2021 – Colle della Maddalena (S.S. 21) RIAPERTURA

A.N.A.S. S.p.A. comunica che, visti gli esiti del sopralluogo effettuato in data 07/01/2021 dalla Commissione Locale Valanghe dell’Unione Montana Valle Stura, nel tratto compreso tra Argentera (Km 53+330) e il confine di Stato (Km 59+708) della SS 21 “del Colle della Maddalena è REVOCATO il divieto di transito a tutte le categorie di veicoli in entrambe le direzioni di marcia a tempo indeterminato.

Si precisa che lungo la S.S. 21 vige inoltre l’obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali come previsto dall’Ordinanza nr. 258/2020. Si ricorda che sulla RD900, prosecuzione in territorio francese della S.S. 21, la circolazione dei mezzi superiori alle 26 tonnellate è consentita solo ai veicoli in possesso di deroga D.G.P. Cuneo n. 735/2004.

04/01/2021 – Permane l’allerta per neve e valanghe in Provincia di Cuneo

Secondo le previsioni di ARPA Piemonte sono ancora attese condizioni di tempo perturbato fino alle prime ore del mattino di mercoledì; la quota neve si attesterà nel cuneese mediamente sui 100-300 m. Un miglioramento è atteso nel corso della mattinata di mercoledì, con un generale esaurimento delle precipitazioni e schiarite a ridosso delle vallate; a seguire tempo stabile fino alla giornata di sabato.

Sui settori alpini del cuneese, sono attesi nuovi accumuli di neve fresca nelle prossime 36 ore anche superiori ai 40 cm. In considerazione dei quantitativi di neve al suolo attesi il Centro Funzionale di Arpa Piemonte ha emesso un’allerta ARANCIONE per neve sulla pianura cuneese (zona M) e sulle Alpi liguri – Valle Tanaro (zona F), GIALLA nelle altre zone.

Permangono condizioni di elevata instabilità sui settori alpini della Provincia di Cuneo in relazione ai nuovi apporti nevosi fino a bassa quota: sono ancora attese valanghe di medie e grandi dimensioni, localmente molto grandi che potrebbero interessare le zone antropizzate di fondovalle.

Scarica:

Si raccomanda di tenersi informati sull’evoluzione della situazione, porre la massima prudenza negli spostamenti e seguire le buone pratiche di auto protezione.

03/01/2021 – Situazione Meteorologica

Secondo le previsioni elaborate da ARPA Piemonte persiste l’instabilità sul Piemonte, con deboli precipitazioni diffuse ma intermittenti, localmente moderate sul settore occidentale tra la prossima notte e il mattino di domani e poi di nuovo tra lunedì notte e martedì.

Quota neve a livelli collinari, localmente più bassa sul sud-Piemonte nella prossima notte.

Scarica:

Bollettino di Allerta : bollettino_allerta_03_2021

Bollettino di Vigilanza Meteorologica: bollettino_vigilanza_03_2021

Si raccomanda di tenersi informati sull’evoluzione della situazione, porre la massima prudenza negli spostamenti e seguire le buone pratiche di auto protezione.

02/01/2021 – Allerta per neve e valanghe in Provincia di Cuneo

Secondo le previsioni elaborate da ARPA Piemonte sono ancora attese precipitazioni diffuse da oggi pomeriggio a domani mattina, moderate sul Piemonte occidentale oggi. Quota neve sui 600-800 m, localmente inferiore fino ai 300-400 m a sud del Po. Un’ attenuazione dei fenomeni è prevista da domani pomeriggio, con condizioni di debole instabilità comunque ancora presenti anche lunedì.

Gli importanti accumuli nevosi determinano una diffusa instabilità con possibili valanghe di grandi dimensioni e localmente anche molto grandi che potranno raggiungere le zone antropizzate di fondovalle.

Scarica:

Si raccomanda di tenersi informati sull’evoluzione della situazione, porre la massima prudenza negli spostamenti e seguire le buone pratiche di auto protezione.