Archivi categoria: Allerta meteo

18/11/2019 – Allerta per neve e rischio idrogeologico

Secondo le previsioni elaborate da ARPA Piemonte un nuovo impulso perturbato di origine nordatlantica scende sul Mediterraneo occidentale, con relativo minimo di pressione al suolo che si struttura e permane tra stasera e domani tra Corsica e Sardegna. Questa situazione mantiene condizioni di brutto tempo sul Piemonte, con precipitazioni diffuse dal tardo pomeriggio e per tutta la giornata di domani; i valori saranno generalmente moderati, più intensi però sul Piemonte meridionale, dove sono attese nevicate anche localmente intense a quote collinari e sui primi tratti di pianura. Mercoledì si assiste a un temporaneo miglioramento, mentre giovedì una nuova saccatura porta di nuovo condizioni di generale maltempo.

Si invita di tenersi informati sull’evoluzione della situazione, seguire le indicazioni e porre la massima prudenza negli spostamenti.

Scarica:

Con riferimento al pericolo valanghe si invita a consultare il relativo Bollettino, la cui emissione riprende oggi, per maggiori dettagli.

14/11/2019 – Allerta gialla per nevicate fino a bassa quota

Secondo le previsioni elaborate da ARPA Piemonte una perturbazione nord atlantica è causa di condizioni di maltempo diffuso a partire dalla giornata di oggi, giovedì 14 novembre. Sono attese precipitazioni intense ed abbondanti in serata e nella notte, con quota neve che localmente si porta al di sotto dei 500 m tra basso Torinese, Cuneese ed Astigiano. Domani è previsto un parziale miglioramento del tempo.

Si invita di tenersi informati sull’evoluzione della situazione, seguire le indicazioni e porre la massima prudenza negli spostamenti.

Scarica:

24-25/10/2019 – Aggiornamento allerta meteo. Nuove precipitazioni

ARPA Piemonte informa che precipitazioni interesseranno ancora la Regione con valori localmente moderati, in particolare sul settore settentrionale e nordoccidentale.

Più critica risulta la zona al confine con la Liguria dove la Bormida e in particolare l’Orba potranno superare i livelli di guardia, determinando allagamenti e locali fenomeni di erosione. Il Po nel tratto a monte di Torino e a valle, fino alla confluenza con la Dora Baltea, presenterà innalzamenti con locali condizioni di criticità.

Da venerdì pomeriggio e per tutto il fine settimana sono attese condizioni di tempo soleggiato con aumento delle temperature massime e dello zero termico.

Si rinnova la raccomandazione a tenersi informati sull’evoluzione della situazione, porre la massima prudenza negli spostamenti e seguire le buone pratiche di auto protezione

Consulta:

bollettino di allerta

bollettino di vigilanza

bollettino delle piene

 

23-24/10/2019 – Allerta arancione per nuove precipitazioni e innalzamento dei corsi d’acqua

Secondo le previsioni di ARPA Piemonte è atteso un peggioramento del tempo dal pomeriggio di oggi, 23 ottobre: le precipitazioni andranno via via intensificandosi in serata e nella notte con picchi anche forti o molto forti su tutto il settore occidentale. Un’attenuazione dei fenomeni è prevista per la serata di giovedì 24 ottobre.

Sono attesi allagamenti, fenomeni franosi e innalzamenti dei livelli dei corsi d’acqua del reticolo secondario e, domani, anche i corsi d’acqua principali nelle zone maggiormente colpite dalle piogge subiranno innalzamenti.

Si raccomanda di tenersi informati sull’evoluzione della situazione, porre la massima prudenza negli spostamenti e seguire le buone pratiche di auto protezione. Prestare inoltre attenzione alle raccomandazioni delle autorità e della protezione civile, in particolare riguardo alla viabilità.

Consulta:

L’Ufficio protezione civile della Provincia di Cuneo sarà aperto H24 per il monitoraggio dell’evoluzione della situazione in atto.

22/08/2019 – Chiusura temporanea tratte SP589 SP29 SP28

Facendo seguito all’allerta gialla diramata dalla Protezione civile ed al locale superamento delle soglie idrometriche (Ghiandone a Staffarda) e pluviometriche, la Provincia di Cuneo ha disposto la chiusura temporanea della SP 589 nel tratto di attraversamento del rio Ghiandone, della SP 29 lungo il tronco compreso tra Barge e Crocera di Barge e della SP 28 da frazione San Martino di Barge al confine con la Provincia di Torino. L’emergenza ha causato disagi sul territorio, soprattutto nelle aree del saluzzese, saviglianese e Roero, con allagamenti di strade oltre che di seminterrati e interrati di civili abitazioni, per i quali si è reso necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco e delle Amministrazioni Comunali con il supporto del volontariato di protezione civile.